Cosa vedere in Sardegna – 10 posti che devi visitare

La Sardegna è famosa soprattutto per il mare smeraldo, la sabbia bianca, le splendide calette nascoste. Ma la Sardegna non è solo mare e spiaggia, sono molte le città che conferiscono bellezza e cultura ad una regione già rinomata di suo. Dopo aver elencato le 10 spiagge più belle della sardegna ora vediamo cosa vedere in Sardegna almeno una volta nella vita.

Cosa vedere in Sardegna

Cosa vedere in Sardegna:

OLBIA olbia-costa-smeraldaIniziamo la nostra lista di cosa vedere in Sardegna con una delle città più belle della Sardegna, ovvero Olbia. Olbia città in provincia di Sassari, è un luogo dove storia, arte e cultura si incontrano nel centro storico. In effetti il centro storico è molto suggestivo, lungo il Corso Umberto troviamo molti Palazzi d’epoca tra cui il Palazzo Municipale, la Biblioteca Comunale “Simpliciana”, e la vecchia scuola dei primi anni del ‘900 futura sede comunale. Sempre nel centro troviamo Villa Tamponi circondata da un parco, e in via de Filippi, il palazzetto del Collegio San Vincenzo in stile liberty. Da visitare nei pressi del centro storico la Chiesa di San Paolo Apostolo.

Il monumento più importante di Olbia è la Basilica di San Simplicio in perfetto stile romanico. Nel fronte mare della città è possibile visitare il Museo Archeologico con reperti di valore che riportano le origini della città. Nella zona di Olbia troviamo i Nuraghi cioè insediamenti nuragici, i più importanti sono il pozzo sacro di Sa Testa e la fortezza nuragica di Riu Mulinu. Altra testimonianza importante sono le Tombe dei giganti, Patrimonio storico-culturale monumenti funerari: costruzioni a pianta rettangolare piantati nel suolo.

SASSARI

sassari-sardegnaUna città ricca e affascinante è Sassari. Partiamo dal cuore, ovvero Piazza Italia. Centro cittadino che ospita il bel Palazzo della Provincia, in stile neorinascimentale, così come Il Palazzo Giordano. La fede cristiana si respira nella bellissima Cattedrale di San Nicola.  Imponente, sovrasta la piazza circostante con la sua facciata barocca, inserita in una struttura gotica del XII secolo.

Da visitare il Castello di Sassari, uno dei simboli della città, anticamente sede armata, per divenire sede inquisitoria. Unica nel suo stile tardo-rinascimentale è la Fontana di Rosello, caratterizzato da 4 statue che rappresentano le stagioni. Gli amanti dei musei non possono non visitare il Museo Nazionale Archeologico Sanna, cui vanta una ricca esposizione di reperti storici.

NUOROnuoro_chiesa_di_s_maria_della_neve

Immersa nelle verdi vallate del Monte Ortobene, è una città antica e caratteristica. Il tour inizia da Piazza Satta, dedicata al poeta Satta, per proseguire la visita nella famosa casa della scrittrice Grazia Deledda Premio Nobel per la Letteratura nel 1926.

A Piazza Santa Maria della Neve si erge il maestoso Duomo di costruzione neoclassica. Al suo interno troviamo un bel dipinto del 1600 raffigurante il Cristo Morto. Da non perdere il Museo della Vita e delle Tradizioni Popolari Sarde, dove sono raccolti gli abiti tradizionali, manufatti tessili, gioielli, oggetti di arredo ed utensili tradizionali.

IGLESIAS

iglesiasParticolarmente interessante è la cittadina di Iglesias. Essa è una dei più importanti centri medievali della Sardegna, che racchiude il fascino dell’antico e moderno. Iglesias sorge ai piedi della montagna del Marganai, il vecchio centro di Iglesias non manca di fascino, guadagnandosi un posto nella lista di cosa vedere in Sardegna.

Il punto di partenza della passeggiata sarà la Piazza Sella, dove domina il monumento a Quinto Sella, l’uomo che qui lanciò l’industria mineraria alla fine del XIX secolo. Oggi le sue miniere costituiscono un patrimonio archeologico industriale riconosciuto dall’UNESCO. Iglesias è caratterizzata da innumerevoli Chiese tra le quali la Cattedrale di Santa Chiara.

La cultura mineraria è stata per secoli uno dei cardini della vita sociale ed economica della Sardegna. Il museo è ubicato nei sotterranei dell’Istituto Minerario “Asproni” e il Museo delle Macchine, contenenti grandi macchine da miniera.

CAGLIARI cagliari

Lungo la costa meridionale della Sardegna si trova il capoluogo di Regione, Cagliari una città ricca di fascino e tesori d’arte, oltre che viva. Da ammirare il Bastione di Saint Remy edificato con il compito di collegare il Castello alla città bassa. Insieme al Bastione le due Torri di San Pancrazio e dell’Elefante sono il simbolo di Cagliari. Le due torri fungevano da difesa, cui è possibile salire per godere di un fantastico panorama. Da non perdere Il Santuario di Nostra Signora di Bonaria, un tempo chiesetta in stile gotico secondo il quale si narra il ritrovamento di una cassa contenente una Statua della Madonna con il Bambino, venerata fin da subito, motivo per cui sorge il Santuario. Da visitare la Cattedrale di Santa Maria e il Palazzo Regio, antica residenza del re.Se volete immergervi nei profumi degli altri paesi del Mediterraneo non perdetevi Marina di Cagliari, uno dei quartieri storici della città.

ALGHEROalghero-bastioni

Conosciuta come la piccola Barcellona, per la sua storia catalana, Alghero è una delle principali mete turistiche della Regione, è uno delle prime località da vedere in Sardegna. il centro storico della cittadina, è Alguer Vella.

Piazza Porta Terra, dove troviamo l’omonima Torre di Porta Terra, storico ingresso via terra della città. Da qui si vede la Torre di San Giovanni e, 150 metri più avanti, la Torre dello Sperone o Esperó Reial, meglio conosciuta come Torre Sulis che, con i suoi 22 metri di altezza, è la torre più imponente della cinta muraria.

I  luoghi più interessanti che incontrerete durante la vostra passeggiata: la Chiesa di San Francesco, la Chiesa di San Michele con la sua celebre cupola policroma, la Chiesa della Misericordia che custodisce il prezioso Santcristus (simulacro ligneo proveniente dalla Spagna),  l’ex chiesa della Madonna del Rosario oggi sede del Museo Diocesano d’Arte Sacra, e i palazzi testimoni sia della storia aragonese-catalana sia di quella successiva legata al Regno dei Savoia. Per chi è amante della natura non potrete perdervi un’escursione alle Grotte di Nettuno.

QUARTU SAN’ELENAquartu_santa_elena_chiesa_di_santa_elena

Altra città da visitare è  la splendida Quartu sant’elena cittadina a sud della Sardegna. Tra gli edifici di maggiore interesse religioso a Quartu Sant’Elena c’è sicuramente la Basilica di Sant’Elena Imperatrice, consacrata alla patrona cittadina.

Il monumento sorge in pieno centro storico, con affaccio su Piazza Sant’Elena. Da visitare a Quartu Sant’Elena è sicuramente il Museo Sa Dom’e Farra (letteralmente “la casa della farina”), Ancora oggi è possibile ammirare gli utensili di uso quotidiano, utilizzati per il lavoro nei campi oppure all’interno della casa. Tra i monumenti di interesse di Quartu Sant’Elena merita sicuramente una visita il Nuraghe Diana, a 35 metri sul livello del mare, sicuramente in una posizione dominante. La struttura è composta da un tholos e da due torri minori.

ORISTANOpiazza-eleonora-oristano-sardinia

Altra città da visitare è Oristano, città importante e storica. Il centro conserva edifici interessanti tra le quali Il Palazzo arcivescovile, il Duomo dell’Assunta con il suo bel campanile e il Palazzo Parpaglia il quale contiene L’antiquarium Arborense, uno dei musei più importanti di tutta Sardegna, che conserva reperti archeologici di origine punica e romana provenienti dagli scavi di Comus e Tharros. Da ammirare la Torre di Mariano, conosciuta come la torre di San Cristoforo.

PORTO TORRES  acquedolciportotorresPorto Torres entra a pieno titolo in questa lista di cosa vedere in Sardegna perchè è uno dei centri più importanti del Nord della Sardegna è Porto Torres. A Porto Torres non mancano le opportunità per fare un salto indietro nel tempo o per stare a contatto con la natura, immergendosi nelle acque cristalline del mare in città e sull’isola dell’Asinara.

 Nel territorio di Porto Torres si trovano complessi archeologici come le Terme Centrali, dette “Palazzo di Re Barbaro” perché la credenza popolare vuole fosse la sede dell’imperatore Diocleziano. Vicino all’area archeologica si trova il museo Antiquarius Turritano  dove sono esposti i reperti di origine ceramica, statue in marmo e mosaici. Meritano una visita le Terme Maetzke, che prendono il nome dall’archeologo che tra il 1958 e 1961 ha diretto le operazioni di scavo, il Ponte romano e  la piccola Chiesa di San Gavino a mare.

MADDALENAmaddalena

Ultima della lista di “cosa vedere in Sardegna” ma non ultima come localita da visitare.

La Maddalena è una ordinata e soleggiata cittadina che attrae ogni anno un alto numero di visitatori.

 La Maddalena e l’intero arcipelago fanno parte del Parco Nazionale dell’Arcipelago de La Maddalena, area marina protetta di interesse nazionale. Il centro abitato si sviluppa intorno a piazza Garibaldi. Vicino a via Vittorio Emanuele, dove svetta una colonna in granito dedicata a Giuseppe Garibaldi, si trova il porto peschereccio e turistico di Cala Gavetta, in cui si apre la piazza XXIII. Di notevole interesse, il museo archeologico navale Nino Lamboglia è dedicato all’archeologia subacquea

10 posti da visitare in Toscana, città, idee e luoghi da vedere

La Toscana è stata definita la regione più bella d’Italia, e d’altronde come darle torto. Fare una vacanza in Toscana significa immergersi tra storia, arte, cultura, natura, tradizioni, ottimo cibo e eccellente folcklore. La Toscana ha tanto da offrire, forse troppo. Qui ci limiteremo a suggerire 10 posti da visitare in Toscana, in un precedente articolo abbiamo visto le 10 spiagge più belle della Toscana.

10 posti da visitare in toscana

10 Luoghi da visitare in Toscana

FIRENZE

Al primo posto della lista di cosa visitare in Toscana va la città simbolo della Toscana culla del rinascimento, ricca di storia, arte, che si possono scorgere solo passeggiando per le sue strade.

Il punto di partenze è la centralissima Piazza Duomo, cui potrete ammirare in tutto il suo splendore la Cattedrale di Santa Maria del Fiore, con la sua bellissima cupola in mattoni disegnata da Brunelleschi, la Torre di Giotto ed il Battistero.

Proseguendo nel centro storico arriverete nella Splendida Piazza della Signoria e lo splendido Palazzo Vecchio e il famosissimo Ponte Vecchio, uno dei simboli della città, risalente al 1300.

Se amate l’arte non potrete perdervi i capolavori di Michelangelo, Leonardo da Vinci e Sandro Botticelli, racchiusi dentro la Galleria degli Uffizi e la Galleria dell’Accademia, dove vi è la statua originale del David di Michelangelo.

LUCCAlucca

Soprannominata come la città delle  “100 chiese”, Lucca è una città d’arte famosa per le sue mura rinascimentali perfettamente conservate che oggi sono diventate un bellissimo Parco. Passeggiando per il centro storico pressoché intatto nel suo aspetto originario, è possibile ammirare chiese di notevole prestigio, palazzi rinascimentali, nonchè il fulcro religioso il Duomo di San Martino. La città vanta anche spazi urbani come la Piazza dell’Anfiteatro, nato sulle rovine di un antico anfiteatro romano.

SIENA E MONTERIGGIONIsiena

Tra le 10 cose da visitare in Toscana non può mancare la famosa Siena, città medievale ricca di fascino. Il centro storico di Siena è stato dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco, qui camminando per il centro storico si respira un’aria medievale, potrete visitare le fortezze della Famiglia Medici, passeggiare nella famosa Piazza del Campo, e se siete fortunati potrete assistere alla corsa dei cavalli, ovvero Il Palio di Siena che si tiene due volte all’anno nei mesi di Luglio e Agosto.

Da non perdere la Torre del Mangia, il Palazzo pubblico, il Museo di Santa Maria della Scala, uno scrigno prezioso di numerose collezioni archeologiche. Altro monumento assolutamente da visitare è l’imponente Cattedrale di Siena  costruito in stile romanico-gotico.

Una delle chiese più belle e affascinanti, simbolo della città. Altra località da non perdere è Monteriggioni, in provincia di Siena, uno dei borghi più visitati d’Italia  caratterizzato da mura fortificate di dieci metri d’altezza perfettamente conservate e orlate da 14 torri. Il Castello venne eretto nel 1200 come difesa dalla nemica Firenze. Entrando dalla porta medievale, si raggiunge la Piazza sul quale si affaccia la pieve romanica e il museo delle armature medievali.

PISApisa

Arrivati in Toscana meta imperdibile è la città di Pisa. La Torre di Pisa è il monumento più conosciuto al mondo. Insieme alla Cattedrale e al battistero, la città fà parte di un complesso di opere magnifiche.

Motivo di tanta fame è la struttura inclinata della Torre, ma anche della sua architettura, fatta di arcate composta da 294 gradini da cui si gode un panorama mozzafiato. Da ammirare la Cattedrale di Santa Maria Assunta esempio dell’arte romanica pisana, il campo santo monumentale, luogo sacro perchè  la leggenda vuole che fosse edificato su di un terreno sul quale era stata cosparsa della terra proveniente dal Golgota. Pisa è una città antica ma anche moderna con numerosi studenti dell’Università Normale di Pisa, una delle più antiche, oltre ai lungarni punti di ritrovo per i giovani pisani.

CHIANTIchianti

Dici Toscana e pensi ai famosi vigneti e uliveti del Chianti in provincia di Firenze e Siena dal quale si produce l’omonimo vino. Essi si alternano su strade di campagna costellate da cipressi, perfetti per un viaggio in auto o in bicicletta.  Potrete godere del panorama fatto di borghi medievali, Castelli e paesini caratteristici .

VOLTERRAvolterra

Per un weekend rilassante, la piccola Volterra fà al caso vostro. Molti potrebbero scambiare il Palazzo vecchio di Firenze per quello di Volterra, perchè in effetti sono molto simili. Ma qui siamo a Volterra e precisamente In Piazza dei priori dove è edificato appunto il Palazzo dei Priori.

Da visitare il Duomo e il battistero di impronte diverse. Merita una visita anche la Casa museo di Palazzo-viti. Nelle dodici sale visitabili, fra mobili di pregio, quadri, decorazioni in alabastro, statue, arredi vari e pezzi di arte europea dal Quattrocento al Novecento, vi sembrerà di essere sul set di un bellissimo film! E infine una visita all’esterno della fortezza medicea.

VAL D’ORCIAc

Tra i luoghi più belli da visitare in Toscana non manca Val D’orcia. Se siete manti della natura, un giro a Val D’orcia è necessario. Qui è la Toscana per eccellenza, vi troverete di fronte colline sovrastati da grandi casali con le classiche stradine di cipressi che si arrampicano su, armonia e sinuosità del paesaggio ne fanno uno spettacolo per gli occhi.

Montalcino Conosciuta in tutto il mondo grazie al famoso Brunello, uno dei migliori vini rossi al mondo. Montalcino tuttavia non è solo vino, è anche una splendida cittadina ricca d’arte e di storia. Una città medioevale di impianto militare attraversata da vie strette e ripide. Da visitare la fortezza da cui si dominano i circa 3000 ettari di vigneti, la Torre del Palazzo comunale, le chiese ed i musei che ospitano ricche collezioni di pitture e sculture.

ISOLA D’ELBA  m_spiaggia-elbana

Oltre alle bellezze della terraferma, la Toscana è terra di mare. La regione, lambita nella sua parte occidentale dal mar Tirreno presenta una serie di isole interessanti, ricche di fascino naturali e segnate da una storia millenaria. Nel particolare, meritano di essere visitate le isole che ancora mantengono intatta la loro bellezza e che offrono spiagge incontaminate segnate da un mare pulito e smeraldino. Stiamo parlando dell’Isola d’Elba terza isola più grande per estensione tra quelle italiane e fa parte, insieme alle isole di Capraia, Pianosa, Gorgona, Montecristo, Giannutri e il Giglio dell’arcipelago Toscano.

SAN GIMIGNANO san-gimignano

Conosciuta come la Manhattan del Medioevo, San Gimignano è indubbiamente una delle più caratteristiche cittadine della Toscana. È caratterizzata da alte torri di pietra che svettano da lontano e strette strade medievali circondate da un paesaggio pieno di vigneti che producono la famosa Vernaccia.

Non perdetevi Piazza del Duomo, Piazza della Cisterna, il Palazzo del Podestà, il Palazzo del Popolo, la Loggia e altre torri medievali. Per una vista da cartolina sulla campagna toscana potrete scalare la Torre Grossa, una delle case torre che ospita anche capolavori d’arte medievale.

AREZZOarezzo

La città di Arezzo forse è la meno conosciuta tra le città toscane ma non per questo la meno importante, anzi. Uno scrigno di poco più di 100 mila abitanti, pieno di bellezze da ammirare.

Punto di partenza non può che essere Piazza Grande, conosciuta altrimenti come Piazza Vasari: Sulla piazza si affacciano costruzioni medievali come Palazzo Tofani e la Torre dei Lappoli, mentre, nella parte verso nord, non si può non rimanere colpiti dal cinquecentesco Palazzo ornato dalle magnifiche Logge del Vasari. Non mancano, naturalmente, gli edifici religiosi, come la Pieve di Santa Maria, di origine romanica. Sul lato ovest, oltre alla Pieve, si trovano anche il Palazzo del Tribunale e il Palazzo della Fraternità dei Laici con la sua facciata in stile gotico. In tutto il mondo, questa piazza è nota per la tradizionale Giostra del Saracino che si tiene due volte all’anno. Alla sua notorietà ha molto contribuito anche il film di Roberto Benigni La Vita è Bella.

Cosa visitare in Puglia: 10 posti che non devi perderti assolutamente

Se non hai idea di  cosa visitare in Puglia, questa piccola guida ti sarà davvero utile. Paesaggi che rievocano il passato, Castelli, fortificazioni, cittadine medievali, spiagge da sogno, storia millenaria, cibo gustoso, benvenuti in Puglia, meta incontrastata delle vacanze in Italia e nel mondo.

cosa visitare in Puglia

Nei nostri precedenti articoli abbiamo visto quali sono le spiagge più belle della Puglia e le spiagge più belle del Salento. La Puglia non è fatta di solo mare, ma nell’entroterra troviamo diverse località che meritano di essere visitate durante la vostra breve o lunga permanenza nello stivale d’italia. Questi luoghi che abbiamo inserito nelle lista di cosa visitare in Puglia non devi assolutamente perdertela, se vuoi visitare la Puglia in tutto il suo splendore.

Cosa visitare in Puglia: La top 10! 

LECCE la città denominata la “Firenze del Sud”lecceAll’inizio della nostra Top 10 di cosa visitare in Puglia dobbiamo inserire la meravigliosa firenze del Sud, ovvero Lecce. Una città splendida, ricca di monumenti in stile barocco. La visita inizia dal centro storico, Piazza Duomo considerata il salotto della città. Il Duomo affascina perchè vi troverete di fronte la facciata che non è quella principale ma accederete all’entrata laterale decorato con numerose colonne. Una vera e propria cartolina di pietra, marmo e bronzo con il suo alto campanile di 72 metri, il Palazzo vescovile e il seminario. Altra attrazione è il museo archeologico nonchè il più antico di Puglia, con statue, pitture, ceramiche e vasi.

Se vuoi scoprire qualcosa in più su questa città pugliese leggi: 5 monumenti da vedere a Lecce in meno di 48 ore 

MONOPOLI la città delle “Cento contrade”

monopoliLa città di Monopoli è conosciuta come la città delle cento contrade, per via delle numerose fortificazioni, chiese rupestri e antiche masserie. Passeggiando per il centro storico potrete ammirare il Castello Carlo V fortezza del 500, costruito nel periodo della dominazione spagnola. Tra le stradine del centro storico troviamo la Cattedrale della Madia, simbolo di Monopoli, al centro della piazza. Da non perdere la cripta romanica, afferente alla Cattedrale. Un percorso guidato in cui rivivono resti scultorei, romanici.

Se ti trovi a Monopoli allora devi leggere questo: Visitare Monopoli – 4 posti che non devi vedere!

ALBEROBELLO la Famosa città dei trulli, la tra i luoghi da visitare in Puglia più belli al mondo.

ALBEROBELLO la Famosa città dei trulli Altra tappa da non perdere che abbiamo inserito nella lista di cosa visitare in Puglia è Alberobello, cittadina situata in provincia di Bari, riconosciuta Patrimonio Dell’Umanità. Alberobello è un luogo fiabesco, cui i protagonisti sono i trulli, ovvero capanne con un tetto di forma conica.

Ogni trullo termina con una pinnacolo sulla cima, un segno di riconoscimento all’epoca per le famiglie che lo abitavano. Passeggiando per le stradine di Alberobello, vi troverete di fronte trulli di ogni tipo, piccole, grandi, trasformate in negozi di souvenir e piccole trattorie tipiche che rispettano il passato e che nonostante il turismo hanno mantenuto l’originalità.

Scopri Alberobello leggendo: Vacanze Alberobello e dintorni – Fasano e Castellana Grotte 

OSTUNI La città bianca

ostuniNella nostra lista di cosa visitare in Puglia non può mancare la bellissima città di Ostuni, chiamata la città bianca per il suo caratteristico paesaggio. Ostuni è una città viva e affascinante nonchè importante località turistica della  provincia di brindisi. Punto di partenza è il centro storico con i suoi vicoli caratteristici e scorci suggestivi di calce bianca i quali regalano un’atmosfera d’altri tempi.

Il cuore della città è Piazza della Libertà con il simbolo l’Obelisco di Sant’Oronzo eretto nel 1771 come ringraziamento al protettore che aveva scongiurato un’epidemia. Da visitare la Chiesa di San Francesco e la Cattedrale di Ostuni, costruita in stile gotico e dichiarata Patrimonio Nazionale dal Re Vittorio Emanuele III. Si presenta maestosa con la sua facciata a tre portali.

Se vuoi conoscere meglio questa città leggi questa piccola guida: Viaggio ad Ostuni, la città bianca della puglia.
TRANI La perla dell’adriaticoduomo di trani Altra città assolutamente da visitare è Trani conosciuta come la perla dell’Adriatico. La città infatti è ricca di bellezze artistiche e architettoniche, chiese di ogni epoca e palazzi signorili.

La visita non può non iniziare dallo splendido Castello Svevo, di forma quadrangolare ubicato in riva al mare, voluto da Federico II e nel quale oggi si susseguono spazi dedicati alla danza, al teatro e al cinema.

Imponente ma elegante la Cattedrale di Trani si staglia all’orizzonte in un mix di colori tra l’azzurro del cielo e il blu del mare. La Cattedrale di Trani si compone dell’unione di tre Chiese, perfettamente allineate. Lo spazio interno è suddiviso in tre navate. Oltre alla Chiesa superiore, è possibile accedere alla cripta di San Nicola e quella di Santa Maria oltre all’ipogeo di San Leucio.

Se non hai molto tempo per visitare Trani leggi 4 Posti da visitare a Trani: Dal Castello al Duomo di Trani

VIESTE la città del GarganoviesteIl tour prosegue lungo Vieste, la città del Gargano. Il centro storico chiamata Vieste Vecchia, sorge su un roccione dominante il mare. I suoi vicoli, le piazzette belvedere e le case a schiera fanno di Vieste un borgo medievale. Ma Vieste è famosa soprattutto per il verde della costa Garganica, dove è possibile  ammirare archi naturali come le grotte marine e bianche falesie che offrono scenari culturali mozzafiato. Per gli amanti del verde è imperdibile l’escursione nella foresta Umbra, 10.000 ettari di flora e fauna incontaminata che si prestano a trekking e mountain bike.

Se volete andare a mare in questa località allora vi tornerà sicuramente utile questa piccola guida alle Le 5 spiagge più belle del Gargano

 MURGIA BARESE Parco Nazionale dell’Alta Murgiagravina-in-pugliaSe siete appassionati di natura, nei dintorni dell’ Alta Murgia barese, si trovano paesaggi incredibili canyon, cripte e grotte, antichi borghi e botteghe artigiane. Stiamo parlando dell’area turistica Gravina e Alta Murgia, nonchè del  Parco Nazionale dell’Alta Murgia  area protetta espressione della natura carsica. Principali attrazioni del Parco sono Castel del Monte, uno dei Castelli più belli del meridione, il Pulo di Altamura e le Gravine tipiche morfologie carsiche della Murgia.

BRINDISI brindisiImportante centro del Salento è Brindisi, città affacciata sul mare situata in una posizione privilegiata. Un luogo da non perdere è il Duomo, situata in pieno centro. Una costruzione importante tanto quanto le colonne romane che segnavano la fine dell’Appia Romana.

Da visitare è la Piazza del Duomo caratterizzata da una Chiesa con tipica facciata del ‘700. Altra attrazione è il museo Archeologico Provinciale cui vanta una collezione museale storica che si trova nella centrale Piazza Duomo. Da ammirare è il monumento del marinaio d’Italia altro circa 60 metri cui è possibile godere dall’alto uno splendido panorama della città, sul porto e sul mare Adriatico.

FASANO: Ospita uno dei più grandi zoo d’Italia
fasanoChi ama l’avventura non può non visitare il Parco divertimenti Fasanolandia situato in provincia di Brindisi. Un meraviglioso zoo naturalistico con 1700 esemplari di animali.

E’ possibile effettuare un tour in stile safari, all’interno dello zoo, stando comodamente seduti in macchina, dove il divertimento è assicurato. Immersi nella macchia mediterranea, vi troverete nel bel mezzo di zebre, cammelli, orsi e altri animali che gironzolano, controllati dai guardia parco e tante altre attrazioni. Un’emozione da non perdere se amate gli animali.

SAN GIOVANNI ROTONDO SAN GIOVANNI ROTONDOImmersa nel Parco Nazionale del Gargano, poggiata a ridosso del Monte Calvo, la città di San Giovanni Rotondo in provincia di Foggia  è meta di pellegrinaggio in tutto il mondo. La città divenne famosa grazie alla figura di Padre Pio, proclamato Santo nel 2002.

Da visitare la Chiesa Santa Maria delle Grazie, ambiente sacro e visitabile dai turisti in cui si trova la cella di Padre Pio, e il Crocifisso in cui egli ricevette le stimmate. Da ammirare maestosa la nuova Chiesa che ospita numerosi pellegrini cui al piano sottostante si trova la cripta di San Pio. Proseguendo è possibile visitare a piedi il centro storico, con le sue viuzze, le case bianche e le numerose chiese oltre che il monumento in bronzo dedicato al Santo.

10 posti da visitare in Sicilia se sei in vacanza

La Sicilia terra di invasioni, ha visto susseguirsi nei secoli varie dominazioni, Greci, Romani, Bizantini, Arabi, Normanni, Spagnoli i quali hanno reso questa terra piena di tradizioni e culture. Il suo fascino deriva principalmente dai paesaggi che caratterizzano l’entroterra e la costa ricca di spiagge meravigliose. Ma la Sicilia è anche arte, storia e cultura. Dopo aver elencato le 10 spiagge più belle della Sicilia, ora tocca all’entroterra siciliano.

Seguiteci vi portiamo alla scoperta dei 10 posti da visitare in Sicilia

PALERMO

palermo-686207_960_720Uno dei posti da visitare in Sicilia tra i più belli e ricchi di storia. Palermo conserva un patrimonio storico, artistico, e architettonico che racconta il suo passato glorioso, di gioiello del mondo islamico, capitale della corte normanna, e di culla del barocco italiano. Una visita alla città di Palermo prevede alcune tappe:  i famosi 4 canti, una piazza circolare con i suoi palazzi barocchi, cornici e statue è una delle piazze più belle e caratteristiche di Palermo. Poco lontano dai 4 canti, troviamo  la splendida Piazza Pretoria con l’omonima fontana di marmo bianco esempio di rinascimento fiorentino.

Il tesoro più prezioso della città è sicuramente la magnifica Cappella Palatina, situata all’interno del Palazzo dei Normanni, ricoperta di mosaici che raffigurano episodi della Bibbia. Proseguendo, la cattedrale è un gioiello dell’architettura normanna che custodisce opere d’arte come le tombe imperiali e reali. Un’attrazione da non perdere è la vucciria, il pittoresco mercato di frutta, verdura e pesce, la sera le strade si affollano di giovani che trascorrono le loro serate nei numerosi locali e pub della movida palermitana.

RAGUSA

italy-1157365_640Altra tappa da non perdere se siete in vacanza in Sicilia è la città di Ragusa. resa famosa dalla fiction “Il Commissario Montalbano” è un vera e propria città barocca. Ragusa si presenta divisa in due, la Ragusa nuova, alta e moderna e l’antica Ibla, il fulcro della città, nonchè il quartiere più affascinante, grazie ai numerosi palazzi e chiese.

La visita della città vecchia inizia dalla scalinata di Santa Maria delle Scale, la quale conserva una magnifica navata in stile gotico. La chiesa è posta al vertice di 340 gradini che uniscono la città alta di Ragusa ad Ibla. Uno degli angoli più suggestivi è Palazzo Cosentini con le sculture poste al di sotto dei balconi  tra cui San Francesco di Paola. Ma i veri gioielli barocchi sono Palazzo la Rocca, il Duomo di San Giorgio con la facciata scandita da tre ordini di colonne e la cupola neoclassica che si innalza sulla navata.

AGRIGENTO

escursione-di-un-giorno-da-taormina-alla-valle-dei-templi-e-alla-in-taormina-139992La culla della Magna Grecia è Agrigento situata nella zona  sud- est della Sicilia. Non potete perdervi la meraviglia della Valle dei Templi dichiarata Patrimonio dell’Umanità. Essa racchiude uno dei più grandi tesori dell’architettura Greca: Santuari Necropoli fortificazioni e 10 Templi dorici del periodo ellenico in perfetta conservazione che vanno a costruire il complesso archeologico più grande del Mediterraneo.  In città meritano una visita la Cattedrale e il museo Diocesano, San Lorenzo, il Convento di Santo Spirito e il Teatro di Pirandello.

SIRACUSA E ORTIGIA

siracusaTra le 10 posti da visitare in Sicilia non può mancare la città di Siracusa posta nella parte orientale dell’isola. Qui siamo in piena Magna Grecia e ogni monumento lo ricorda in modo prepotente. A partire dalle culture neolitiche, passando per i Corinzi, per arrivare alla nascita della città barocca, la storia di Siracusa è ben visibile.

Nel Parco della splendida Neapolis si possono ammirare l’area delle Latomie e l’Anfiteatro Romano. Costruito nel V secolo a.C. il Teatro Greco  interamente scavato nella roccia bianca, venne successivamente ristrutturato. Oggi il teatro greco ospita numerosi spettacoli teatrali molto suggestivi. Collegata alla terraferma da due ponti, Ortigia è un museo a cielo aperto. Ogni viuzza, ogni piazza meritano una visita, ma senza dubbio il posto più bello è il  Duomo, il trionfo dell’architettura barocca, l’unica chiesa ricavata da un Tempio Greco.

CALTAGIRONE

CALTAGIRONE-PIAZZA-ARMERINA
Scala di Santa Maria del Monte

Al centro della Sicilia tra i monti Erei sorge Caltagirone, centro noto per a produzione della ceramica. Fare un giro a Caltagirone significa uno dei centri dell’arte della ceramica, tant’è che essa si e’ conquistata l’appellativo di “Citta’ della Ceramica”. A pochi metri da municipio, il simbolo della città e’ la scala di Santa Maria del Monte con i suoi 142 gradini in pietra lavica di svariate forme geometriche, la quale funge come punto di collegamento tra a citta’ vecchia e la parte nuova dela citta’.

CATANIA

catania-2Altra città da visitare e’ la città piu’ grande della Sicilia orientale, nonche’ la piu’ trafficata, stiamo parlando di Catania, metropolitana moderna ma allo stesso tempo antica e folkloristica.

Partiamo dalla parte antica di Catania, ovvero Via Crociferi, il cuore del centro storico il capolavoro del barocco nonche’ Patrimonio dell’Umanita’. Tra l’altro essa si trova vicino la via principale di Catania, la Via Etnea, una via trafficata e moderna piena di negozi, bar e ristoranti. Posizionata lungo questa via troverete Piazza Stesicoro, uno dei principali spazi pubblici del centro storico. La Chiesa più bella di Catania è il Duomo di Santa’Agata, punto di riferimento del turismo. Si presenta maestoso e imponente. L’interno e’ altrettanto imponente, un bellissimo altare in stile normanno e la cappella di Sant’Agata con le reliquie della Patrona. In piazza Duomo si trova un altro edificio interessante, il Palazzo degli Elefanti, l’attuale municipio. Al centro della Piazza e’ possibile ammirare il simbolo di Catania, una statua  raffigurante un elefante sormontata da un obelisco.

ETNA

13032952_xxl-etna-eruption-optTappa imperdibile è l’Etna il più grande vulcano d’Europa, maestoso che domina dall’alto dei suoi 3350 metri dichiarato Patrimonio dell’Umanità. I crateri, le ceneri, le colate laviche, la valle del bove, fanno dell’Etna una destinazione privilegiata e un importante centro di ricerca internazionale. Protetto da un Parco di 58.000 ettari, è meta di molte interessanti escursioni verso i grandi crateri sommitali. Nei dintorni dell’Etna è possibile avventurarsi con una guida in numerose grotte tra cui la grotta del gelo un’imponente cavità vulcanica in cui si è formato un ghiacciaio perenne.

GOLE DELL’ALCANTARA

goledellalcantaravistadallaltoAltra meta irrinunciabile per gli amanti della natura, sono le Gole Dell’Alcantara, presenti in provincia di Messina, nella Valle dell’Alcantara dove scorre l’omonimo fiume. L’Alcantara deve la sua fama alle particolari formazioni laviche, conosciute come gole con pareti a strapiombo profonde 20 metri e larghe 3. Uno spettacolo suggestivo, cui è possibile risalire le gole per 150 metri solo nella stagione calda, per via dell’acqua fredda.

FAVIGNANA E E LE ISOLE EGADI

tonnara_di_scopelloPer gli amanti del mare non c’è che l’imbarazzo della scelta, qui vi portiamo alle isole Egadi, nella parte occidentale delll’isola. Favignana e’ un’isola dell’arcipelago delle Egadi , famosa per le sue spiagge e al suo mare trasparente. Qui i turisti rimangono affascinati da panorami mozzafiato, ecsursioni e specialita’ culinarie. Merita una visita spiaggia Cala Rossa, una delle spiagge piu’ belle situata in cave di tufo e scogliere.

TAORMINA

taormina.11
Un mare da favola, un bel centro storico, una terrazza che si affaccia sul golfo, un antico teatro Greco e l’ Etna alle spalle, tutto questo e’ Taormina
cittadina famosa non solo per le sue bellezze ma ricca di tante attrazioni lungo il corso del centro storico. Si incontrano artisti di strada e  personaggi famosi magari dopo aver assistito ad un concerto al Teatro Greco. La principale attrazione e’ proprio il Teatro Greco, trasformato in arena dai Romani, offre uno spettacolare panorama sul mare turchese fin sulle coste della Calabria, sulla citta’ di Siracusa e sulla vetta dell’Etna. Gli amanti della storia e dell’arte troveranno a Taormina il luogo ideale per saziare la propria passione.

Le 10 spiagge più belle della Sicilia

Se parliamo delle spiagge più belle della Sicilia non possiamo non parlare delle sue spiagge bianche, rocce che si tuffano in mare e delle sue acque limpide. Le spiagge siciliane spesso ricordano luoghi da cartolina, con immagini che richiamano paesi esotici, ma che in realtà sono molto più vicini di quanto potremmo pensare. La Sicilia è una terra di antiche civiltà e tradizioni. Dopo aver fatto una lista dei 10 posti da visitare in Sicilia almeno una volta, vi lasciamo alle spiagge più belle della Sicilia dove passerete sicuramente una splendida vacanza.

10 spiagge più belle della sicilia

Se volete fare una vacanza in questa terra vi portiamo alla scoperta delle 10 spiagge più belle della Sicilia:

ISOLA BELLA

isola-bella-1Una delle spiagge più belle della Trinacria è l’isola bella, chiamata così per la sua bellezza fatta di ciottoli, pietre e un mare azzurro. Situata lungo la costa della rinomata Taormina, si distingue per una lunga distesa di sabbia bianca, che la collega all’isolotto ricco di vegetazione considerata una vera e propria oasi di bellezza.

La panoramica dall’alto è il biglietto da visita dii questa spiaggia meravigliosa. Ma cosa ancor più bella è la trasparenza di un mare che permette di vedere il fondale anche a distanza.

SAN VITO LO CAPO

san-vito-lo-capoLa spiaggia di San Vito lo Capo in provincia di Trapani è considerata alla stregua di una spiaggia caraibica, con sabbia bianca e fine e un mare limpido da rimanere senza fiato. La spiaggia è lunga circa 2 chilometri e molto ampia a tratti attrezzata di stabilimenti. La sabbia si distingue per il colore candido che riflette i raggi del sole rendendola dorata e dal fascino caraibico. Un lungo mare abbellito da palme affianca  la spiaggia che la sera si trasforma in una passeggiata rilassante.

SCALA DEI TURCHI

scala-dei-turchiSituata nella Sicilia meridionale, nell’agrigentino la cosiddetta scala dei turchi è una parete rocciosa di natura calcarea e argillosa dal colore bianco e dalle forme ondulate che la rendono fascinosa non a caso candidata a Patrimonio dell’Unesco.  Vi troverete di fronte un accecante parete rocciosa che si erge a picco su un mare blu. Il nome scala dei turchi viene dalla sua naturale forma e dalle incursioni di pirateria i quali si arrampicavano tra le insenature della scogliera per saccheggiare i vicini villaggi. Non solo una delle spiagge più belle della Sicilia ma anche un posto ricco di antiche storie.

ISOLA DEI CONIGLI

isola-dei-conigliL’Isola dei Conigli è una delle spiagge più belle della Sicilia,  si trova nella parte sud ovest dell’isola di Lampedusa. Quest’isolotto dell’arcipelago delle Pelagie fa parte della Riserva naturale orientata Isola di Lampedusa Un gioiello che il mondo ci invidia, completamente rocciosa immerse in acque che virano dal verde al blu cobalto. Oltre ai turisti, assidui frequentatori della spiaggia sono le tartarughe marine Caretta caretta che vengono sull’isola a deporre le uova e gli uccelli migratori che vengono a sostare durante i mesi di  aprile e settembre.

PUNTA SECCA

punta-seccaLa spiaggia di Punta secca si trova nel piccolo borgo di santa croce camerina in provincia di Ragusa. Caratteristica e pittoresca spiaggetta famosa per essere il set del famoso “Commissario Montalbano”. La villetta del commissario si affaccia in questo mare che chiamato Punta secca per via della spiaggia intervallata da zone rocciose che emergono dal mare, le cosiddette secche. Se volete trascorrere una giornata rilassante e semplice questo è il posto giusto, qui non ci sono lidi o stabilimenti balneari.

CAPO D’ORLANDO

capo-dorlandoLa spiaggia di Capo D’orlando è una delle spiagge più belle della Sicilia con ben 8 km di spiaggia! situata in provincia di Messina. Ben 8 km di spiaggia di sabbia scura in un mare azzurro e limpido. Spettacolare la posizione della cittadina, che si affaccia sul Tirreno di fronte alle Isole Eolie lasciandosi alle spalle l’imponente promontorio verde dei Nebrodi. Capo D’orlando è molto frequentata dai turisti soprattutto in estate per via dei numerosi locali notturni che si trovano nei dintorni.

CEFALU’

cefaluIn provincia di Palermo nella Sicilia Occidentale, si trova la stupenda cittadina di Cefalù. A renderla una delle località più interessanti della Sicilia sono diversi elementi: Cefalù fà parte del Parco delle Madonie, è uno dei borghi più belli e il Duomo di Cefalù è Patrimonio dell’Unesco. La spiaggia cittadina è molto attraente, di sabbia fine e lunga ed è particolarmente adatta alle famiglie. Ammirare il tramonto, è un’esperienza stupenda. Se desiderate maggiori informazioni potete contattare la proloco di Cefalù.

MONDELLO

mondello-mareRimanendo nella zona di Cefalù, nel Nord della Sicilia, non possiamo non nominare tra le spiagge più belle della Sicilia la spiaggia di Mondello a 10 km da Palermo. Mondello è una delle spiagge più ambite e belle della Sicilia, per il litorale di sabbia bianca e fine, circondata da palme, per il mare trasparente non profondo, adatto alle famiglie con bambini piccoli e non ultimo per le tante attrazioni notturne che in questa località sono molte.

CALAMOSCHE

spiaggia-di-calamoscheAltra località degna di nota che è stata eletta “Spiaggia più bella D’Italia” è la spiaggia Calamosche a Noto, nel siracusano. La spiaggia di Calamosche è inserita tra due luoghi magnifici: la riserva naturale dell’oasi di Vendicari e il sito archeologico di Eloro. La spiaggia di Calamosche è caratterizzata da sabbia finissima e bianca, e mare limpido. Una spiaggia tranquilla  che si raggiunge a piedi, e un mare calmo protetto dai promontori, è adatto allo snorkeling.

PORTO PALO DI MENFI

menfiNella costa agrigentina, una spiaggia poco conosciuta, ed affollata ma proprio per questo meta indiscussa di chi ama il mare in totale libertà, spiagge paradisiache, lontane dal caos è la  splendida spiaggia Porto Palo di Menfi.  Tra l’altro premiata più volte con la Bandiera Blu d’Europa e la Bandiera Verde  per l’acqua pulita e la spiaggia ben attrezzata. Si tratta di 10 km di sabbia che presenta il fenomeno naturale delle dune, invadendo l’entroterra per centinaia di metri.

La Top 10 delle spiagge più belle della Toscana 2017

La Toscana, regione da sempre affascinante per il grande Patrimonio culturale e artistico, vanta anche una natura fatta di vigneti, agriturismi e perlopiù spiagge meravigliose che si affacciano sul litorale del Mar Tirreno. La Toscana è stata premiata nel 2016 da Legambiente e Touring club italiano come migliore regione d’Italia mare pulito. Per facilitarvi nel trovare una spiaggia che fa al caso vostro vi elenchiamo quelle che sono ritenute dai portali più importanti le spiagge più belle della Toscana 2017. Se invece volete visitare l’entroterra della Toscana abbiamo stilato la lista dei 10 posti da visitare in Toscana.

spiagge piu belle della toscana

Non resta che fare un giro tra le 10 spiagge più belle della Toscana.

CALA VIOLINA

cala_violina_2Situata nella costa grossetana, troviamo la prima delle spiagge più belle della Toscana, una caletta che sembra essere una spiaggetta di un’isola lontana, per via della sua natura incontaminata. L’acqua risplende di tonalità turchesi e la spiaggia è un mix di sabbia e scogli che la rendono particolare. La spiaggia di Cala Violina pertanto è il luogo ideale per chi vuole trascorrere una giornata immersa nella natura e per gli avventurieri.

CALA DEL GESSO beach_cala-del-gessoA pochi chilometri da Porto Stefano, nascosta tra le insenature della Costa Argentario, troviamo Cala del Gesso. Essa si trova scendendo giù per un percorso di 700 metri in direzione del mare. La spiaggia è formata da piccoli ciottoli e da sabbia il che la rende adatta ai bambini. Cala del Gesso è una meta ambita per gli appassionati di subacquea, i fondali sono ricchi di pesce.

GIANNELLA, ORBETELLO spiaggia-di-giannellaVicino la spiaggia dell’Argentario, si trova la spiaggia Giannella, situata precisamente nella baia di Orbetello, lunga circa 8 km e ricca di stabilimenti balneari. Le sue acque rientrano nelle spiagge più belle della Toscana, difatti sono tra le più limpide non a caso è oasi protetta dal WWF. La spiaggia della Giannella è ottima per le famiglie, per via del fondale basso. Inoltre è un popolare luogo di ritrovo per gli amanti degli sport acquatici come vela , windsurf grazie ai venti che aspirano da sud.

 BUCA DELLE FATEbuca-delle-fate In provincia di Livorno, nei pressi del Golfo dei Baratti, si trova un luogo incontaminato, la Buca delle Fate, un tratto di costa rocciosa nel promontorio di Populonia. La spiaggia è raggiungibile con un sentiero a piedi, attraverso la vegetazione di macchia mediterranea. Superata la vegetazione, si aprirà uno scenario mozzafiato, cala di ciottoli e una scogliera di roccia a picco sul mare.

 COLLELUNGO spiaggia_collelungo2La spiaggia di Collelungo all’interno del Parco Naturale della Maremma, rientra tra le classifiche di Legambiente come migliori spiagge d’Italia e tra la top 10 delle spiagge più belle della Toscana. La caratteristica principale di Collelungo sono le dune di sabbia che abbracciano la spiaggia  rendendola aspra e selvaggia e la dividono dall’entroterra. La Pineta con il suo colore e l’azzurro del mare rende questo luogo stupendo.

LA BIONDAla-biondaAltra spiaggia tra le più belle della Toscana restando sull’Argentario, è la spiaggetta conosciuta con il nome di La Bionda è un vero paradiso. Riparata dagli scogli, questa graziosa spiaggetta è adatta a chi cerca la privacy, nonostante dia l’impressione di essere una spiaggia privata, poichè circondata da alcune villette.

BAGNI DI DOMIZIANObagni-di-domiziano-b il promontorio dell’Argentario, vanta molte delle più belle spiagge, tra le quali una di importante richiamo storico. La spiaggia dei bagni di Domiziano è un piccolo tratto di costa sabbiosa ai piedi di quelli che un tempo era la villa della famiglia dell’Imperatore Nerone. Durante la bassa marea oggi riaffiorano, i resti delle antiche vasche per l’allevamento del pesce. La spiaggia è libera senza stabilimenti.

SPIAGGIA DI CASTIGLIONCELLOcastiglioncello Piccolo borgo in provincia di Livorno, Castiglioncello domina un piccolo promontorio che è l’ultima propaggine dei monti livornesi. Definita la “perla del Tirreno” è caratterizzata da rosse scogliere che si affacciano sul mare, spiagge e calette fascinose, ideale per le esplorazioni. La natura incontaminata ha reso Castiglioncello essenziale e genuino, lontano dalla massa turistica.

SAN VINCENZO

san-vincenzo La località di San Vincenzo, in provincia di Livorno è bagnata da un mare azzurro e cristallino. Circondata da una folta pineta e da una macchia mediterranea rigogliosa, sabbia bianca e mare azzurro, la spiaggia di San Vincenzo si allunga per diversi chilometri, ospitando numerosi stabilimenti balneari. Punteggiano il litorale, la Torre di San Vincenzo, fortificazioni e vedette di avvistamento utilizzate un tempo per la difesa dagli assalti dei pirati.

SPIAGGIA DELLA FENIGLIA spiaggia-fenigliaLa spiaggia della Feniglia si trova all’interno del Parco naturale delle Dune di Feniglia.  E’ lunga 7 km circondata da pinete, e piante caratteristiche, immersa in un paesaggio naturalistico come pochi. Il mare è limpido con fondali sabbiosi il che la rende adatta ai bambini. Il litorale è ampio e lungo ricco di stabilimenti balneari.

Le spiagge più belle della Sardegna da nord a sud

La Sardegna e’ un’isola paradisiaca, caratterizzata da spiagge da sogno e acque cristalline che non hanno niente da invidiare alle Seychelles. Se siete in vacanza in Sardegna, conoscere le spiagge più belle della Sardegna, può aiutarvi ad organizzare un tour indimenticabile. Se volete visitare l’entroterra della Sardegna, questa lista di cosa vedere in Sardegna vi sarà sicuramente d’aiuto.

Le 10 top spiagge più belle della Sardegna che dovresti visitare almeno una volta nella vita.

spiagge più belle della Sardegna

SPIAGGIA DI PUNTA TEGGE

La località di Punta Tegge è la prima che rientra nella top lista delle spiagge più belle della Sardegna, situata sull’isola di La Maddalena. E’ caratterizzata da spiagge bianche e dalla presenza di scogli i quali emergono dalla superficie dell’acqua. Il mare di color turchese con fondali bassi è ricco di pesce, ideali per gli amanti dello snorkeling.

SPIAGGE DI PALAU

palausciumaraNel nord est della Sardegna troviamo le spiagge di Palau, un insieme di isole caratterizzate da sabbia bianca e acqua cristallina. Le spiagge di Palau sono in grado di accontentare i gusti e le preferenze per tutti i tipi di viaggiatori. Spiagge selvagge e incontaminate e dall’altro spiagge turistiche.

SPIAGGIA ROSA DI BUDELLIspiaggia-rosa-budelli

Altra spiaggia degna di vacanza, è la spiaggia rosa di Budelli, tra le spiagge più belle della Sardegna, parte dell’arcipelago della Maddalena. L’incredibile color rosa della spiaggia permette di apprezzare il patrimonio ambientale dell’intera isola, visitabile soltanto da parte di una guida. Per preservare la bellezza del luogo, l’accesso alla spiaggia è limitato.

SPIAGGIA DI CALA LUNAcala-luna-4

La spiaggia di Cala Luna si trova nel Golfo di Orosei nella parte Ovest della Sardegna. E’ tra le spiagge più belle della Sardegna per via della sua sabbia bianchissima e acque limpide. Essa è circondata da rocce calcaree e dalla presenza di una duna di sabbia dorata che separa dall’acqua marina, un piccolo laghetto d’acqua dolce.

SPIAGGIA DI CALA BRANDINCHIcala-brandinchi_san_teodoro

La spiaggia di Cala Brandinchi, è situata nella località San Teodoro. La sabbia fine e bianca e i fondali bassi conferiscono alle acque un colore turchese trasparente. E’ circondata da dune e da una pineta verdeggiante. La sua bellezza  è tale da essere soprannominata la Haiti della Sardegna.

SPIAGGIA DI SU TIRIARZU DI POSADAsu_tiriarzu

Nella costa centro orientale della Sardegna, in provincia di Nuoro, premiata con le 5 vele da Legambiente e Touring Club. E’ circondata da una verde macchia mediterranea e permette di godere di assoluto relax, in quanto non affollata neanche in alta stagione.

SPIAGGIA DI CALA SISINEcala-sisine-2

La seconda perla situata nel Golfo d’Orosei. Alle pareti della spiaggia ci sono pareti a picco sul mare, che possono raggiungere un’altezza di 500 metri, che vedono la presenza di alberi secolari di leccio e di carrubo. La spiaggia dalla soffice sabbia e dalle acque color turchese, è raggiungibile sia a piedi che via mare.

SPIAGGIA DI AMPURIASspiaggia-ampurias-castel-sardo

La spiaggia di Ampurians non può mancare nella top 10 delle spiagge più belle della Sardegna, situata in provincia di Sassari, si è aggiudicata nel 2012, il premio per la qualità ambientale. La spiaggia si caratterizza per essere lambita da acque pulite, cristalline e trasparenti, che la rendono una meraviglia.

LA RENA BIANCALA RENA BIANCA

In provincia di Olbia-Tempio, in località santa teresa di Gallure, troviamo la spiaggia la rena bianca.  La sabbia è caratterizzata da un colore bianco con sfumature rosate per via dell’accumulo di frammenti di corallo, e protetta da un boschetto verdeggiante.

SPIAGGIA DI PUNTA MOLENTIS DI VILLASIMIUSpunta-molentis

Caratterizzata da sabbia candida e luminosa, la spiaggia Punta Molentis di Villasimius, in provincia di Cagliari, presenta un mare trasparente con sfumature dall’azzurro al verde. Inoltre la spiaggia è circondata da rocce alte fino a 15 metri. Nei dintorni sono presenti numerosi calette da raggiungere a piedi.

Le 10 spiagge più belle della Puglia da visitare almeno una volta

Spiagge in Puglia: le 10 spiagge più belle

La Puglia è la meta preferita delle vacanze al mare in Italia, secondo il Codacons il 75% delle famiglie sceglie l’Italia per le vacanze al mare e tra queste rientra la Puglia, grazie alle spiagge più belle della Puglia. Non c’è da stupirsi che sia la Puglia e non l’Egitto o la Grecia. Complice la natura selvaggia e incontrastata di piccole gole di paradiso, spiagge dorate di sabbia fine e scogliere mozzafiato, la Puglia attrae ogni anno sempre piuù visitatori e personaggi famosi. La Puglia non è solo mare ma sono tanti i posti da visitare in Puglia anche se vai d’inverno.baia_porto_selvaggio

Viaggio alla scoperta delle 10 spiagge più belle della Puglia

SPIAGGIA PORTO SELVAGGIO (LECCE) Ci troviamo nel comune di Nardò in provincia di Lecce precisamente nel Parco Regionale Porto Selvaggio. Il paesaggio è caratterizzato da una vasta pineta, inserita nella cornice del Mar Jonio, sino ad arrivare nella spiaggetta di ciottoli tra due costoni rocciosi. Una discesa di circa 1 km per ammirare il paesaggio dove l’azzurro del mare si fonde con il verde della Pineta.

pescoluse

LE MALDIVE DEL SALENTO- SPIAGGIA DI PESCOLUSE (SALENTO)

In un precedente articolo avevamo già trattato il Salento, elencandovi le 5 spiagge più belle del salento. La spiaggia di Pescoluse non può non entrare tra le spiagge più belle della Puglia, rientrando a pieno titolo tra le 10 spiagge più belle della Puglia, conosciute come le maldive del Salento, per via del suo mare cristallino e spiagge bianche. Qui nella punta estrema dello stivale si incontrano due mari, trasformando la spiaggia in un angolo di paradiso che non ha niente da invidiare alle famose maldive.

torre-dellorso

SPIAGGIA TORRE DELL’ORSO (SALENTO)

Restando sulla costa salentina troviamo un’altra spiaggia altrettanto bella che abbiamo voluto inserire tra le spiagge più belle della Puglia. Stiamo parlando della spiaggia Torre dell’Orso, a Melendugno. Una baia di sabbia bianchissima, dune basse e una pineta retrostante le dune. Il mare è limpido e cristallino per via delle correnti marine del canale di Otranto. Dinnanzi alla costa è possibile ammirare due faraglioni gemelli denominati “le due sorelle” sulla base di un’antica leggenda.

baia-dei-turchi

BAIA DEI TURCHI (SALENTO)

Sul litorale Adriatico del Salento a pochi chilometri da Otranto troviamo la spiaggia dei Turchi, denominata così per via dell’approdo dei guerrieri Turchi nel corso dell’invasione di Otranto nel XV secolo. Il panorama è caratterizzato da una rigogliosa vegetazione mediterranea. Si giunge attraverso un sentiero tra i profumi delle piante aromatiche e i pini marittimi per arrivare alla costa di mare limpido e trasparente.

baia-del-pizzo

SPIAGGIA PUNTA PIZZO (LECCE)

A Gallipoli in provincia di Lecce, si trova la spiaggia Punta Pizzo nella riserva naturale Sant’Andrea. Questa località inserita tra le spiagge più belle della Puglia presenta una serie di piccole spiaggette sabbiose incastonate tra basse scogliere rocciose. Qui la zona è ricca di fascino selvaggio: acque limpide, pinete, ampie zone di macchie mediterranee, e ampie scogliere dove prendere il sole. Gallipoli è conosciuta anche per la sua movida, se vi trovate a Gallipoli non potete perdervi questi posti.

porto-badisco-una-delle

PORTO BADISCO (OTRANTO)

Sulla costa tra Otranto e Santa Cesarea terme, percorrendo il litorale che offre stupendi panorami, si trova il Porto Badisco una piccola caletta di sabbia tra due lunghe e stretti pareti rocciose. Il paesaggio, il colore azzurro dell’acqua, le grotte caratterizzano quelle che secondo le leggende è considerato come il punto di approdo di Enea sulle coste pugliesi.

punta-della-suina

 SPIAGGIA PUNTA DELLA SUINA (LECCE)

Il tratto costiero Punta della Suina vicino Gallipoli immerso in un mare cristallino e in una vasta pineta, è uno dei principali polmoni verdi del Salento. Il fondale è principalmente sabbioso mentre la costa è frastagliata in un’alternanza di scogli  e sabbia. Particolarmente ricca la flora e fauna del luogo  permettendo di godere un meritato riposo nelle ore più calde della giornata.

SPIAGGIA PUNTA DELLA SUINA (LECCE)

SPIAGGIA PUNTA PROSCIUTTO (LECCE)

Altra spiaggia degna di nota è la spiaggia Punta prosciutto, nell’estremo confine tra Taranto e Lecce. Qui il sollevamento del fondale marino ha generato un’area umida che si rivela essere un habitat per una particolare flora e fauna che hanno reso necessario la costituzione del Parco Naturale Regionale di Palude del Conte. La sabbia bianca e soffice che affianca le acqua basse e cristalline  disegna un paesaggio sublime da preservare.

acquaviva-marittima-salento-spiaggia-caletta

SPIAGGIA ACQUAVIVA DI MARITTIMA (LECCE)

Rimaniamo nella costa orientale, per scoprire questa piccola insenatura raggiungibile con una breve passeggiata. Circondata da scogliere ricoperte di vegetazione, ma con facile accesso, questa caletta vi stupira’.

baia-di-torre-lapillo-e1429536772128

BAIA DI TORRE LAPILLO (SALENTO)

Una delle piu’ belle spiagge del Salento, all’interno del comune di Porto Cesareo, e’ Torre Lapillo, un luogo che non scherza in quanto a paesaggi caraibici. Una distesa di sabbia bianca e fine che ospita una fantastica barriera corallina.

Capraia: l’Isola dove l’estate dura 6 mesi

Vi siete già stancati della pioggia e dell’arrivo dell’autunno in città? Allora è giunto il momento di fare qualche gita fuori porta, magari una toccata e fuga nella bellissima Isola di Capraia, che a fine ottobre, chiude ufficialmente la stagione estiva con la nona edizione della Sagra del Totano.

isola di capraia
foto by isoladicapraia.it

Nonostante questa festa rappresenti la fine della stagione turistica, una visita all’Isola di Capraia durante l’anno, rimane comunque un diversivo ai soliti weekend monotoni. Infatti, potrebbe rappresentare l’inizio di un’avventura unica ed a stretto contatto con la natura incontaminata che la caratterizza, rendendola particolare ed incantevole. Inoltre, il clima ed i paesaggi selvaggi, racchiudono una realtà pittoresca e poetica, per questo motivo la bellezza dell’Isola di Capraia sta proprio nell’essere attraente e stimolante. Di certo visitarla durante queste ricorrenze, renderà l’atmosfera ancora più magica.

Capraia come tutti sanno è una Terra di mare, il totano (comunemente conosciuto come calamaro), è il pesce più pescato e cucinato dell’Isola. La sagra infatti, si apre con una gara di pesca tra i pescatori e la numerosa quantità di totano pescato, viene cucinata in diversi modi, secondo le ricette tipiche. I piatti tradizionali del posto, sono ricchi di sapori unici come il Caciucco Livornese (la tradizionale zuppa di pesce molto conosciuta e amata), ma la possibilità di provare la varietà di piatti a base di totano è sicuramente da cogliere durante la festa di fine ottobre.

Oltre alle esperienze culinarie, potete approfittare della gita per visitare il patrimonio artistico di Capraia. Tra i molteplici luoghi infatti, non può mancare una visita alla Torre del Porto, la quale ospita diverse iniziative culturali e mostre d’arte. Il centro storico di Capraia è molto piccolo e la Chiesa di San Nicola (edificata in piazza dal 1700) rappresenta un’opera architettonica rara ed affascinante, essa si trova attorno alla Fortezza di San Giorgio. La Fortezza, conosciuta anche come Castello di Capraia, rappresenta un simbolo dell’Isola, esso fu infatti costruito intorno al 1500 dai genovesi, per proteggere gli abitanti dalle minacce del comandante navale Corsaro Dragut. Per terminare il giro turistico, vi suggeriamo una visita alla Chiesa di Santo Stefano, essa è situata all’interno del Parco, esattamente nella località “Il Piano”, in cui avviene la coltura della vite da cui è stato ottenuto un ottimo vino da tavola rosatoIl Rosa della Piana”.

L’Isola di Capraia è tutta da scoprire e soprattutto facilmente raggiungibile da Livorno grazie al traghetto. Per informazioni ed orari:

I luoghi più belli da visitare in Tunisia

L’estate è finita ma la voglia di partire persiste? Non preoccupatevi, tra qualche mese arrivano le vacanze di Natale ed i progetti per un bel viaggio sono in fase di preparazione. Se siete a corto di idee ecco qualche località che può essere considerata la meta ideale per chi anche d’inverno vuole sdraiarsi al sole e farsi una bella nuotata! Tra le mete più ambite rientrano sicuramente quelle del Mediterraneo, come ad esempio la Tunisia, che presente un clima estivo e caldo quando dalle nostre parti bisogna indossare il cappotto e dormire con il piumone.

Mare della Tunisia
Mare della Tunisia

La Tunisia è una meta molto turistica, famosa per le sue numerose spiagge e ricca di storia, essa rappresenta il luogo ideale per qualsiasi amante dei viaggi. In famiglia, con gli amici, o in coppia, questo Paradiso non vi lascerà insoddisfatti. Tra le spiagge più apprezzate da chi ha già avuto la fortuna di visitarla rientrano:

  • Hammamet

È la località più popolata dai turisti, situata a sud-est di Cap Bon è immersa nel più bel fascino mediterraneo. Le tradizioni arabe si scoprono facilmente lungo le passeggiate soleggiate tra i vicoletti, alla scoperta della città vecchia, la rinomata “Medina”, che con i suoi i numerosi mercatini e le soste per un pranzo veloce vi farà assaporare le ricette culinarie del posto. Hammamet è costituita da resort lussuosi, per questo motivo è molto visitata dai Vip, inoltre, rappresenta il fulcro da cui iniziare le escursioni negli altri luoghi più suggestivi.

  • Djerba

Un ’escursione da inserire nel proprio itinerario è sicuramente Djerba, l’Isola, è situata nel golfo di Gabès e si trova di fronte alla costa tunisina. Le spiagge sono bianche ed incontaminate, Sidi Mahrez e Seguìa tra le più rinomate, il mare è azzurro cristallino offre agli amanti delle immersioni di provare questa bellissima attività. Da non perdere anche le magnifiche strutture archeologiche della cittadina.

  • Mahdia

Nominata anche “Città delle Due Lune”, poiché si trova tra due cale che la delimitano. Fondali turchesi e spiagge bianche sono gli elementi che la rendono unica, la sua storia per la produzione della seta e la pesca la rendono naturalistica e particolare. Da apprezzare il faro della città e la vista mozzafiato dalla rocca.

I luoghi da non perdere sono tanti, tra questi anche Matmata, villaggio situato alle porte del Deserto del Sahara, famosa per essere stata il set del film “Star Wars. Una meta ricca di sorprese la Tunisia, inserita tra gli itinerari delle più belle crociere Mediterraneo (con partenza anche da Livorno), proprio perché consentono un viaggio completo nei luoghi più belli!